Skip to main content

Condividi su

Concorrenza Sleale e Diritti dei Consumatori inosservati

Era il febbraio del 1997 quando sono state avviate le prime concessioni di revisione auto, previste dal codice della strada articolo 80(cds).

Il cds con la concessione di servizio pubblico esercitato da impresa privata, ha creato le basi per l’incarico di pubblico servizio, attività che persegue uno scopo pubblico.

La concessione aveva validità di cinque anni.

Nel 1997 una riforma amministrativa aveva trasformato le concessioni del ministero dei trasporti in autorizzazioni, il cui controllo amministrativo era affidato alle province, il controllo tecnico al dipartimento di motorizzazione civile UMC.

Questa condizione di due enti pubblici, uno amministrativo, uno tecnico, ha permesso la realizzazione delle mancate verifiche sui requisiti necessari per avere l’autorizzazione a svolgere l’attività di revisione dei veicoli.

Nel caso specifico la auto dichiarazione di effettivo svolgimento delle attività di riparazione di meccanico-elettrauto, gommista, carrozzeria; obbligo di ogni autorizzazione come da articolo 239 comma 2 lettera a del cds.

Ora qual’è il giudizio che può avere un "cliente automobilista" al quale non viene data la certificazione di esito regolare perchè la propria vettura non rispetta le normative di circolazione, quando colui che controlla "responsabile tecnico" in qualità di pubblico ufficiale, opera esercitando, a conoscenza della non corrispondenza delle proprie normative? In questo caso non rispettando: i necessari requisiti obbligatori per l’attività di revisione.

Perché gli enti preposti, anche di fronte alla richieste di maggiori verifiche in merito, non hanno provveduto a fare verifiche sulle attività in modo reale e non solo meramente formale?

La concorrenza sleale che si è venuta a creare è stata disastrosa, obbligando le imprese regolari a sostenere costi per le obbligazioni sottoscritte molto pesanti.

I clienti delle imprese, che operano in condizioni di autorizzazioni rispondenti alle dichiarazioni rese, si sono trovati disorientati dalle diverse condizioni di servizio e prezzi.

Ma direi: "Qui non siamo sul piano del merito Philip. Smetti di fare l'inglese e fai l'italiano!!!"

https://twitter.com/hashtag/PhilipLaromaJezzi?src=hash